Al MAS - Museo d’Arte dello Splendore di Giulianova, espone l’Artista giuliese: Gigino FALCONI - Complesso di Maria SS.ma dello Splendore - Viale dello Splendore, 121 - 64021 Giulianova (Te).

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Al MAS - Museo d’Arte dello Splendore di Giulianova, espone l’Artista giuliese: Gigino FALCONI

Museo > Gigino Falconi

I nostri consigli... per le vostre vacanze.

 
La Fondazione Tercas, derivante dalla Cassa di Risparmio della Provincia di Teramo, persegue scopi di utilità sociale e di promozione dello sviluppo economico, culturale e sociale della provincia di Teramo, operando, oltre che nel volontariato, nei seguenti settori: ricerca scientifica, istruzione, arte (musica, teatro ed altre attività culturali ed artistiche), conservazione e valorizzazione dei beni culturali, sanità ed assistenza alle categorie sociali deboli. Nel settore dell’arte, in particolare, la Fondazione offre il sostegno ad associazioni culturali non profit e finanziamenti in favore dell’organizzazione della Stagione Lirica Teramana, basata su una programmazione triennale riguardante i teatri di Teramo ed Atri. Tra le principali iniziative avviate nel 2002 si segnalano: la pubblicazione del catalogo sulla mostra di ceramiche d’arte curato dal Centro Ceramico Castellano di Castelli (Te); il sostegno al comitato organizzatore della mostra antologica dedicata al pittore Gigino Falconi; la realizzazione del catalogo di sculture della Fondazione Venanzo Crocetti di Roma; l’impegno in favore della Fondazione Tetraktis di Teramo per l’organizzazione della XV edizione del Premio Tercas di Architettura, finalizzato al recupero del Palazzo Cardinale Cicada di Atri e alla sistemazione dell’area archeologica circostante. La Fondazione ha poi contribuito alla pubblicazione del V volume della collana d’arte «Documenti dell’Abruzzo Teramano», un censimento dei beni archeologici e artistici della provincia teramana, realizzato in collaborazione con la Soprintendenza Archeologica d’Abruzzo. Nel 2002 sono stati avviati interventi di recupero e tutela del patrimonio artistico e religioso, come il restauro dell’affresco raffigurante il Cristo Vendemmiatore sito nel Santuario della Madonna delle Grazie di Teramo. Si sono, inoltre, conclusi i lavori per il restauro della Cappella S. Berardo del Duomo di Teramo, per il recupero della tela della Madonna del Carmine con Gesù Bambino e per il restauro di oggetti d’arte conservati nella Parrocchia S. Leucio Pietracamela (Te). Da ricordare, infine, il contributo erogato in favore del Centro Ceramico Castellano per la realizzazione del catalogo di oggetti di Castelli e lo stanziamento in favore del Comune di Pietracamela per l’allestimento della mostra dedicata al pittore Montauti. Consiglio di Amministrazione: Mario Nuzzo (Presidente), Paolo Triozzi (Vice Presidente), Giovanni Di Carlo, Pierluigi Gattucci, Maria Vittoria Cozzi. Consiglio di Indirizzo: Mario Nuzzo (Presidente), Silvio Araclio, Gildo Di Febbo, Alfano Di Paolo, Ennio Di Saverio, Sergio Centinaro, Michele Eligio Filipponi, Franchino Giovannelli, Claudio Del Moro, Antonio Morricone. Collegio dei Revisori: Antonio Ruggieri (Presidente), Elio Di Domenico, Antonio Frattari.
Luigi Falconi, il pittore del mistero femminile. Da Giulianova con i suoi pennelli ha conquistato il mondo. GIULIANOVA. Era destinato a diventare il ragioniere dell’azienda di famiglia ma aveva una capacità innata di far scorrere la matita sul foglio che ben presto il disegno e la pittura divennero il suo unico argomento di interesse. Ma prima di arrivare a firmare il contratto che gli ha aperto la via del successo con la prestigiosa galleria d’arte di Tiziano Forni di Bologna, ha dovuto superare tanti ostacoli e resistenze anche in famiglia: «Certe scelte erano contrastate, nessuno ti incoraggiava, anche se forse mio Padre aveva visto con simpatia la mia passione». Luigi Falconi, noto con il diminutivo di Gigino, è nato a Giulianova, città di cui ama particolarmente il porto come luogo simbolo di apertura, spazio che ispira al viaggio, alla ricerca, e che rimanda al mistero. Le sue opere sono state esposte in tutto il mondo, si possono ammirare nelle gallerie d’arte più prestigiose e sono andate ad arricchire tantissime collezioni private. Ha vissuto da protagonista gli anni felici della vita culturale abruzzese partecipando più volte al Premio Michetti e alla rassegna internazionale Flaiano. In quegli anni ha stretto rapporti con Edoardo Tiboni, Michele Cascella e Giuseppe Rosato. Tra i suoi amici più cari l’editore Giuseppe Lisciani. E’ stato recensito dai maggiori critici d’arte e di lui ha scritto anche il poeta Mario Luzi. La sua prima mostra risale al 1961 a Teramo, nella galleria il Polittico. Ma per vendere le prime opere ha dovuto aspettare fino al 1972 con la mostra nella galleria Magenta di Pescara. Da lìn la sua carriera è decollata e in pochi anni è stato consacrato tra i grandi dell’arte contemporanea italiana.
 
 Eventi al MAS - Museo d'Arte dello Splendore Giulianova
HomePrimaveraEstateAutunnoInvernoLe stagioniBiografia


Gigino
FALCONI
------
esposizione
temporanea
In Viale dello Splendore n° 112, la "Fondazione Museo d'Arte dello Splendore" di Giulianova (Te), presenta Le stagioni, opere dell'artista giuliese Gigino Falconi.
La mostra rimarrà aperta dal 29 Settembre al 7 Ottobre 2018, con il seguente orario: dalle ore 10.00 alle 13.00 (antimeridiano) e dalle 15.00 alle ore 17.00 (pomeridiano) - Lunedì chiuso.
La mostra è curata dalla fondazione Piccola Opera Charitas, con la collaborazione di Marialuisa De Santis (Direttrice del Museo d’Arte dello Splendore), con il patrocinio del Comune di Giulianova.
MAS "MUSEO D'ARTE DELLO SPLENDORE" GIULIANOVA
Viale dello Splendore n° 112 - 64021 Giulianova (Te)

Al MAS Gigino Falconi, presenta: Le stagioni
MAS "MUSEO D'ARTE DELLO SPLENDORE" GIULIANOVA
Al MAS Gigino Falconi, presenta Le stagioni
 Opera: Primavera



Autore: Gigino Falcone
Titolo: Primavera
Anno: 2018
Tecnica: olio su tela, cm. 75x190


Altre opere del giuliese Gigino FALCONI
Il Museo d'Arte dello Splendore, museo di arte contemporanea, occupa gran parte dell'ex Convento-Studentato di Giulianova (Te) - Italy, opportunamente restaurato, ed è stato inaugurato il 27 luglio 1997. 
Il Museo è composto da tre piani espositivi: 
Il piano terra è adibito alle mostre temporanee; dalla sua inaugurazione sono stati presentati importanti eventi espositivi come "Aligi Sassu e il Sacro" (27 luglio 1997), "Giorgio Morandi pittore ed incisore" (14 dicembre 1997), "Robert Carrol" (19 aprile 1998), "i Cascella, cinque generazioni di artisti abruzzesi" (4 luglio 1998) e "La Bibbia" di Marc Chagall (13 dicembre 1998). Oltre alle mostre temporanee si svolgono, in un ampio salone, conferenze e concerti. 
Il secondo piano, inaugurato il 14 dicembre 1997, ospita la prima parte della collezione permanente del Museo stesso; suddivisa in otto sale monografiche, comprende un vasto numero di opere di altrettanti artisti italiani e spagnoli, di rilevante importanza nella storia dell'arte del dopoguerra. I dipinti esposti sono di Aligi Sassu, Franco Francese, Giuseppe Banchieri, Armando De Stefano, Alberto Gianquinto, Gaston Orellana, Carlos Mensa e José Ortega. 
Con l'apertura del terzo piano,  il 4 ottobre 1998, è stata completata la collezione permanente con l'esposizione "Nel segno dell'immagine", cento opere di pittura e scultura di ottantacinque artisti italiani e stranieri, curata da Alfredo Paglione. Le opere esposte costituiscono, indubbiamente, una vasta panoramica dell'arte figurativa degli ultimi quarant'anni, in grado di documentare alcune delle tendenze più significative, attraverso diverse tecniche ed espressioni. Fra gli artisti presenti Ugo Attardi, Claudio Bonichi, Ennio Calabria, Arturo Carmassi, Mimmo Germanà, Giancarlo Ossola, Ruggero Savinio, Mario Schifano, Renzo Vespignani e, tra gli scultori, Floriano Bodini, Pietro Cascella, Lopez Garcia, Giuliano Vangi. Una collezione tutta da vedere, che ha arricchito notevolmente il patrimonio artistico e culturale della nostra cittadina.
 

Gli ingredienti sono quelli classici dell’  più bello: spiagge tranquille, immensa e pulita sabbia, dolci colline immerse in verde ecologico  che offrono una panoramica su un mare dai mille colori. Su una di queste colline e sul suo declivio è situata Giulianova Paese con la sua allegria, con i suoi musei,  monumenti, pinacoteche, chiese e santuari, il suo verde e il suo .  
Giulianova
 Spiaggia nota, come "spiaggia d'oro del medio Adriatico", oltre a sottolineare ciò che della Città è giustamente noto, permette al turista e al residente, di scoprire molte prospettive ancora poco conosciute.

 una terra tutta da scoprire e... tutta da gustare....
 
Torna ai contenuti | Torna al menu