Al MAS - Museo d’Arte dello Splendore di Giulianova, espone l’Artista: Venanzo Crocetti - Complesso di Maria SS.ma dello Splendore - Viale dello Splendore, 121 - 64021 Giulianova (Te).

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Al MAS - Museo d’Arte dello Splendore di Giulianova, espone l’Artista: Venanzo Crocetti

Museo > Venanzo Crocetti 2007

I nostri consigli... per le vostre vacanze.

 
L’ampia spiaggia a nord del porto, dotata di ogni tipo di struttura turistica. Giulianova - Una limpida distesa blu che incontra il cielo all’orizzonte, la natura dirompente della Regione Verde d’Europa alle spalle, il profumo intenso di fiori, e ancora palme, pini e oleandri a incorniciare un quadro di rara bellezza. Così si mostra agli occhi di un turista ammaliato il litorale giuliese, lungo e ben attrezzato, con un eccellente porto turistico.
 
MAS - Museo d'Arte dello Splendore.

Eventi al MAS - Museo d'Arte dello Splendore Giulianova () - Italy


Venanzo
CROCETTI
Al Mas, Museo d’Arte dello Splendore di Giulianova in collaborazione con la Fondazione Crocetti ”Venanzo Crocetti - I segni della formazione”, mostra a cura di Francesco Tentarelli.
La mostra rimarrà aperta dal 2 febbraio 2007 al 10 marzo c.a.
Il saluto del presidente della “Fondazione Museo “Venanzo Crocetti” On. Antonio Tancredi

Dopo la mostra dei bronzi e dei disegni di Venanzo Crocetti organizzata dal MAS di Giullanova, torniamo nella città nativa del Maestro con la mostra dei disegni.
Venanzo Crocetti, come ogni eccellente scultore è anche ottimo disegnatore, la sua capacità pittorica non è certo inferiore alla sua capacità di lavorare la creta, la pietra e il bronzo. I rapporti di Crocetti con l’Abruzzo, la città di Teramo e Giulianova in particolare, non sono stati sempre idilliaci. La fanciullezza, segnata dalla estrema povertà, e dalla mancanza di affetti, avendo perduto i genitori in tenerissima età, hanno provocato in lui un distacco doloroso dalla sua terra che, nonostante tutto amava teneramente Il suo è stato un rapporto di odio-amore che, neanche i suoi amici teramani: Marcozzi, Gambacorta, Ruggeri, ect, sono riusciti ad attenuare. Solo negli ultimi anni della sua vita era ritornato nella sua Giulianova, accolto con immenso affetto nella Sala del Consiglio Comunale.

Venanzo Crocetti, La ballerina del circo, 1964. Bronzo, cm. 222x44x52

La sua commozione raggiunse livelli molto alti, durante la cerimonia della consegna della medaglia d’oro da parte dell’Amministrazione comunale e, subito dopo, in occasione della mostra delle sue opere al Museo della Madonna dello Splendore. Nella sala consiliare del comune ricordò la sua fanciullezza, gli amici giullesi, le sue sorelline e il padre e la madre, con profonda partecipazione emotiva , non solo sua, ma anche dell’assemblea consiliare e di tutti i presenti. Durante i cinquant’anni di conoscenza, all’inizio, di vera e profonda amicizia dopo, per tanti anni, mi è stato sempre difficile farlo parlare della sua infanzia, delle sue amicizie, della sua vita nel borgo marino nativo. Si aveva la sensazione che avesse rimosso quel periodo difficilissimo della sua fanciullezza, che se ne fosse distaccato completamente. Quel giorno, invece, in quel clima di affetto e di ammirazione sincera che permeava la sala consiliare, il grumo che lo bloccava da oltre ottant’anni si sciolse e dilagò. Parlò della sua infanzia e dei compagni di scuola, del Paese, delle case che si vedono dalla sala municipale. Tentai più volte di arrestare quel fiume in piena di ricordi e di parole che si riversava su un’assemblea partecipe, attenta, commossa.
Ritorniamo ora a Giullanova con una mostra dei suoi disegni e con due opere in bronzo: Papa Giovanni XXIII e il Bozzetto della Porta dei Sacramenti della Basilica di San Pietro, che lasceremo al MAS in comodato gratuito.
Sono grato a Padre Serafino e al Dott. Tentarelli che hanno voluto allestire questa mostra. La Fondazione Crocetti è altresì grata al Sindaco Ruffini e all’Amministrazione Comunale di Giulianova per la rinnovata attenzione all’opera del Maestro Crocetti e per il loro progetto di collocare una sua opera nella zona antistante la chiesa di San Flaviano. Sarà il giusto riconoscimento al valore di un cittadino illustre, che ha onorato la sua città e la sua Regione.

Fondazione Museo “Venanzo Crocetti”
Il Presidente On. Antonio Tancredi
Il Museo d'Arte dello Splendore, museo di arte contemporanea, occupa gran parte dell'ex Convento-Studentato di Giulianova (Te) - Italy, opportunamente restaurato, ed è stato inaugurato il 27 luglio 1997. 
Il Museo è composto da tre piani espositivi: 
Il piano terra è adibito alle mostre temporanee; dalla sua inaugurazione sono stati presentati importanti eventi espositivi come "Aligi Sassu e il Sacro" (27 luglio 1997), "Giorgio Morandi pittore ed incisore" (14 dicembre 1997), "Robert Carrol" (19 aprile 1998), "i Cascella, cinque generazioni di artisti abruzzesi" (4 luglio 1998) e "La Bibbia" di Marc Chagall (13 dicembre 1998). Oltre alle mostre temporanee si svolgono, in un ampio salone, conferenze e concerti. 
Il secondo piano, inaugurato il 14 dicembre 1997, ospita la prima parte della collezione permanente del Museo stesso; suddivisa in otto sale monografiche, comprende un vasto numero di opere di altrettanti artisti italiani e spagnoli, di rilevante importanza nella storia dell'arte del dopoguerra. I dipinti esposti sono di Aligi Sassu, Franco Francese, Giuseppe Banchieri, Armando De Stefano, Alberto Gianquinto, Gaston Orellana, Carlos Mensa e José Ortega. 
Con l'apertura del terzo piano,  il 4 ottobre 1998, è stata completata la collezione permanente con l'esposizione "Nel segno dell'immagine", cento opere di pittura e scultura di ottantacinque artisti italiani e stranieri, curata da Alfredo Paglione. Le opere esposte costituiscono, indubbiamente, una vasta panoramica dell'arte figurativa degli ultimi quarant'anni, in grado di documentare alcune delle tendenze più significative, attraverso diverse tecniche ed espressioni. Fra gli artisti presenti Ugo Attardi, Claudio Bonichi, Ennio Calabria, Arturo Carmassi, Mimmo Germanà, Giancarlo Ossola, Ruggero Savinio, Mario Schifano, Renzo Vespignani e, tra gli scultori, Floriano Bodini, Pietro Cascella, Lopez Garcia, Giuliano Vangi. Una collezione tutta da vedere, che ha arricchito notevolmente il patrimonio artistico e culturale della nostra cittadina.
 

Giulianova turistica. Ammirevole e splendente città di mare, si estende lungo la fascia costiera per circa 5 km e ogni anno risorge tra il Tordino e il Salinello sempre più energica e scintillante per accogliere con ancora più onore e impegno i tantissimi turisti che visitano Giulianova e il suo territorio.

Venirci a trovare è davvero semplice. Giulianova è nel bel mezzo d’Italia, a Nord di un Abruzzo costiero dalle innumerevoli risorse turistiche e ambientali. Giulianova si raggiunge via Autostrada A 14 - uscita Giulianova, oppure in treno con la comoda stazione ferroviaria, o ancora in aereo atterrando nel moderno Aeroporto d’Abruzzo di Pescara, Giulianova è distante appena 50 chilometri.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu