TERZA STAZIONE - Gesù è condannato dal Sinedrio - Complesso di Maria SS.ma dello Splendore - Viale dello Splendore, 121 - 64021 Giulianova (Te).

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

TERZA STAZIONE - Gesù è condannato dal Sinedrio

Via Crucis

I nostri consigli... per le vostre vacanze.

 
L’ampia spiaggia a nord del porto, dotata di ogni tipo di struttura turistica. Giulianova - Una limpida distesa blu che incontra il cielo all’orizzonte, la natura dirompente della Regione Verde d’Europa alle spalle, il profumo intenso di fiori, e ancora palme, pini e oleandri a incorniciare un quadro di rara bellezza. Così si mostra agli occhi di un turista ammaliato il litorale giuliese, lungo e ben attrezzato, con un eccellente porto turistico.
La monumentale Via Crucis del Santuario di Maria Santissima dello Splendore a Giulianova (Te)
III TERZA STAZIONE - Gesù cade sotto il peso della croce
V. Adoramus te, Christe, et benedicimus tibi.
R. Quia per sanctam crucem tuam redemisti mundum.
 
Dal Vangelo secondo Marco 14, 55. 61-62a. 64b.
I capi dei sacerdoti e tutto il sinedrio cercavano una testimonianza contro Gesù per metterlo a morte, ma non la trovavano. Il sommo sacerdote interrogò Gesù dicendo: " Sei tu il Cristo, il Figlio di Dio benedetto? ". Gesù rispose: " Io lo sono! ". Tutti sentenziarono che era reo di morte.
 
LA MONUMENTALE VIA CRUCIS DEL SANTUARIO DI MARIA SANTISSIMA DELLO SPLENDORE A GIULIANOVA (TE)<br />www.madonnadellosplendore.eu<br /><br />III STAZIONE<br />Gesù cade sotto il peso della croce (“Ecco l’Agnello di Dio”)<br />Dal libro del profeta Isaia (53, 5) – “Egli è stato trafitto per le nostre colpe, schiacciato per le nostre iniquità. Il castigo che ci dà salvezza si è abbattuto su di lui; per le sue piaghe noi siamo stati guariti”.
MEDITAZIONE
Tutto è terribilmente falso in questo processo,
come in tanti processi nel corso della storia,
provocati dalla rivalità,
dalla paura di perdere il potere,
di perdere l'autorità.
Tu rimani in silenzio,
come il servo che non apre la bocca.
Il tuo cuore è gonfio di sofferenza
in questo momento tragico,
in cui si scava un abisso
tra te e il tuo popolo,
il popolo prediletto da tuo Padre.
" Sì, io sono il Cristo,
il Figlio di Dio benedetto ",
e l'abisso si scava ancora...
Ma tu non hai mai rinnegato il tuo popolo:
" Padre, perdonali,
perché non sanno quello che fanno ".
E ciò che essi hanno fatto
noi, la tua Chiesa, lo facciamo,
da quasi duemila anni...
 
ORAZIONE
Padre, perdonaci:
tante volte facciamo della fede una nostra proprietà,
un privilegio che ci appartiene.
Ma solo per tua grazia
possiamo riconoscere Gesù come il Cristo,
tuo figlio, nostro Signore.
Perdonaci anche di avere rifiutato il tuo popolo,
di averlo schernito,
persino nelle nostre liturgie.
 
Tutti:
Pater noster, qui es in cælis:
Sanctificetur nomen tuum;
adveniat regnum tuum;
fiat voluntas tua, sicut in cælo, et in terra.
Panem nostrum cotidianum da nobis hodie;
et dimitte nobis debita nostra,
sicut et nos dimittimus debitoribus nostris;
et ne nos inducas in tentationem;
sed libera nos a malo.
O quam tristis et afflicta
fuit illa benedica
Mater Unigeniti!
 
 Tratto dal Sito del Vaticano
Per secoli il Santuario Maria SS. dello Splendore è stato méta di speranza per infermi che hanno trovato fra le sue mura la vera essenza di vita, la capacità di reagire alle umane sventure, la forza necessaria per capire la nostra presenza su questa terra. I Padri Cappuccini, custodi del Santuario sin dal 1847, con le generose offerte dei fedeli e dell’amministrazione pubblica, in questi ultimi anni hanno realizzato importanti opere di ristrutturazione. L’angusto sentiero un tempo invaso da rovi che dal Santuario discende sino al mare, denominato Via Bertolino, è stato trasformato in un’ampia e panoramica strada, interamente ricoperta con travertino di Tivoli e porfido. Si tratta della monumentale Via Crucis, dotata di ampie piazzole per la sistemazione dei gruppi delle IX stazioni e ricca di scivoli per handicappati e di panchine, per alleggerire la fatica dei pellegrini meno giovani che vogliono ugualmente salire con Gesù e Maria il simbolico calvario. (Testo tratto da “Giulianova e il Santuario Maria Santissima dello Splendore”, Grafiche Ballerini, Pescara, 1992, pp. 37-39). I gruppi delle grosse statue di bronzo, realizzati tutti dallo scultore Ubaldo Ferretti (allievo di Pericle Fazzini), vengono offerti da fedeli, da organizzazioni varie e da Enti pubblici.
Festa della Madonna dello Splendore.  La Banda “Città di Pescara” si esibirà alle 18.30 in una sfilata musicale lungo Corso Garibaldi durante la quale ci sarà la deposizione di una corona d'alloro presso il monumento dedicati ai caduti e alle 20.45, presso la Chiesa di Sant'Antonio, la Banda proporrà il suo concerto. Alle 21.30 in Piazza Buozzi l'appuntamento sarà con la musica dei “Ricchi e Poveri”, alla fine della loro esibizione si chiuderà in bellezza la giornata con lo splendido spettacolo di luci e colori dei fuochi pirotecnici che si svolgerà in Piazza Belvedere. Le giornate del 23, del 24 e del 25 aprile saranno dedicate allo sport: presso lo Stadio “Rubens Fadini” si svolgerà la Quarta Edizione del Memorial “Emilio Della Penna” con il torneo di calcio giovanile. Per gli appassionati di musica di classe e di atmosfera, l'appuntamento irrinunciabile è per la sera di sabato 23 aprile: a partire dalle ore 21 ci sarà lo splendido concerto di Antonella Ciccozzi che farà risuonare le corde della sua arpa solista nell'ambiente del Museo d'Arte dello Splendore. Nel pomeriggio di domenica 24 aprile, a partire dalle ore 17.00, nel Museo si chiuderanno le iniziative culturale con la conferenza di Paolo Martocchia dal titolo: “Da Giulianova a Silvi sul sentiero della Madonna dello Splendore”. Domenica 1° maggio alle ore 17.00 ci sarà la sfilata del concerto bandistico “Primo Riccitelli”, di Bellante, diretto dal Maestro Furia. Alle 18.30 inizierà la solenne processione della Madonna dello Splendore che verrà trasportata dal Duomo fino al piazzale antistante l'ospedale, dove si celebrerà la Santa Messa per i malati alle ore 19.00, terminata la quale il simulacro della Madonna dello Splendore tornerà nel Santuario. Alle ore 21.00 presso il Piazzale del Santuario dei Padri Cappuccini ci sarà l'estrazione dei biglietti vincenti della lotteria di beneficenza e l'assegnazione dei premi messi a disposizione, tra i quali ci sono dei buoni spesa di vario tipo, una bici, dei trattamenti di estetica e un bellissimo weekend per due persone. Alle ore 21.30 la festa della Madonna dello Splendore dell'anno 2016 si chiuderà in bellezza con il classico e sempre apprezzato spettacolo dei fuochi pirotecnici della Ditta Allevi, che sarà possibile ammirare dal Piazzale del Santuario.
 
Come raggiungere la monumentale Via Crucis del Santuario della Madonna dello Splendore
In auto: uscita autostrada A14 - Casello: TERAMO-GIULIANOVA-MOSCIANO SANT'ANGELO, proseguire in direzione di Giulianova Alta, quindi seguire le indicazioni della segnaletica per il Santuario della Madonna dello Splendore. (Ampio parcheggio).
In treno:  dal parcheggio della stazione ferroviaria (Piazza Roma), servirsi del bus della linea "1", e scendere direttamente sul piazzale del Santuario della Madonna dello Splendore.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu