Al MAS - Museo d’Arte dello Splendore di Giulianova, espone l’Artista: Francesco Toraldo - Complesso di Maria SS.ma dello Splendore - Viale dello Splendore, 121 - 64021 Giulianova (Te).

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Al MAS - Museo d’Arte dello Splendore di Giulianova, espone l’Artista: Francesco Toraldo

Museo > Francesco Toraldo

I nostri consigli... per le vostre vacanze.

 
L’ampia spiaggia a nord del porto, dotata di ogni tipo di struttura turistica. Giulianova - Una limpida distesa blu che incontra il cielo all’orizzonte, la natura dirompente della Regione Verde d’Europa alle spalle, il profumo intenso di fiori, e ancora palme, pini e oleandri a incorniciare un quadro di rara bellezza. Così si mostra agli occhi di un turista ammaliato il litorale giuliese, lungo e ben attrezzato, con un eccellente porto turistico.
 
MAS - Museo d'Arte dello Splendore.

Eventi al MAS - Museo d'Arte dello Splendore Giulianova () - Italy


Francesco
TORALDO
La "Fondazione Museo d'Arte dello Splendore" di Giulianova, presenta: “DA NEW ORLEANS A PECHINO: PASSIONI A CONFRONTO”, mostra dell’artista Francesco Toraldo, con testi di Concetta Domenicano, Pasquale Del Commuto e Vittorio Sgarbi.
La Mostra resterà aperta dal 14 Giugno al 31 Luglio ‘08, con il seguente orario: dal martedì al sabato ore 10-13 e 16-20. La domenica dalle 16 alle 20.
Biografia di Francesco Toraldo

Francesco Toraldo nel suo studio 

1960 - Francesco Toraldo nasce a Catanzaro il 9 novembre.
 
1974 - Spesso si reca nello studio del padre Enzo. pittore romantico figurativo. Il genitore lo avvia ai primi rudimenti dell’arte. Si iscrive al Liceo Artistico di Catanzaro, ma frequenta i corsi solo per un anno.
 
1975 - Dopo aver abbandonato la scuola lavora nello studio del padre e intraprende seriamente a esercitarsi nel disegno e nella pittura.
 
1975/1992 - Continua ad affiancare il padre nel suo mestiere di pittore e in seguito si dedica ad attività differenti, lontane dall’arte. Espone a Genova, Roma e Lecce. Solo quando si trasferisce in Sicilia comincia a maturare il forte bisogno di dipingere per sé in forma Autonoma. In Sicilia subisce il fascino di Renato Guttuso e Toraldo inizia a muoversi su una tavolozza che lo avvicina al grande artista di Palermo. Benché per vivere svolga un altro lavoro, la pittura assorbe quasi tulle le sue energie.
 
1993 - La sua prima personale a Catania alla Galleria Lernonade ottiene un buon successo di critica e di pubblico.
Seguono le mostre a Chianciano Terme (Si) alla Galleria d’arte Chianciano e, sempre a Catania a Palazzo del Toscano.
 
1995/1997 - Si susseguono numerose esposizioni: a Tirrenia (Pi) alla Galleria d’arte Continenial: a Roma insieme al Gruppo Alternativo Via Margotta e ancora a Catania alla Galleria d’arte Il Cortile. Quindi Toraldo è invitato all’Accademia Federiciana. Poi va a Roma presso l’Accademia d’Arte Moderna. Gli viene affidata la realizzazione di un’opera per la chiesa Maria Immacolata di Pedara in provincia di Catania.
 
1998 - Il Museo d’Arte Sacra di Rivisondoli (l’Aquila) lo invita a realizzare un’opera per l’istituenda Pinacoteca nella quale già sono presenti opere di Norberto, Terruso, Faccincani, Alinari. E’ a Tokio al Miyako Center.
 
Prosegue l’attività espositiva a Catania alla Galleria d’arte Cefalv.
 
2000 - Inizia a collaborare con le Gallerie d’arte Calcagno.
 
2001/ 2002 - Espone sempre a Catania alla Galleria d’arte Artesia. E’ invitato a Ginevra all’Europ’ Art. Inizia il periodo delle Fiere d’arte. La prima fiera: Arte Contemporanea Forlì Fiera, a Forlì.
 
2003 - Prima esposizione all’estero a Toulouse (Francia) alla Galerie Alain Daudet. Quindi Toraldo è a Catania all’Achab Cafè. Conosce il Mercante d’arte Francc Pincelli con il quale inizia un importante rapporto di collaborazione artistica. Segue l’esposizione a Pescocostanzo (Aq) con Mediart Arte contemporanea. In seguito è presente ad Arte Padova 2003.
 
2004 - Continuano numerose le mostre e le Fiere in Italia. A Bitonto (Ba) alla Galleria
Iena d’arte Graziart; alla Fiera di Parma. Arte Parma 2004: quindi a Viterbo a VitArte e di seguito a Lugano al MercArt. Poi è a Perugia, alla Galleria d’arte Il Gianicolo e a Pescocostanzo (Aq) al Palazzo Colecchi e a Porto San Giorgio (AP) alla Galleria d’arte Imperatori. Partecipa ad Arte Padova 2004 e a Bari all‘Expo Arte 2004.
 
2005 - Espone a Cosenza alla Galleria d’arte Dora Marano. Poi è a Catanzaro al Centro Culturale “Fontana Vecchia” e a Viterbo a VitArte 2005. Poi va a Catanzaro alla Galleria d’arte Verduci. Viene invitato a Reggio Calabria alla Galleria d’arte Serraino e partecipa a Palermo a MediArte 2005. Su invito del Presidente dell’Ente Manifestazioni Pescaresi, Lucio Fumo, realizza “Rosso Jazz” , una raccolta di 40 opere inedite. La mostra è inserita nel XXXIII Festival Internazionale del Jazz di Pescara 2005. La mostra Rosso Jazz, viene richiesta a Pescocostanzo (Aq) e inserita nel programma estivo di “Moto Perpetuo” a cura dell’Amministrazione comunale di Pescocostanzo. Con la Fiera d’Arte di Catania riprende il programma espositivo. Toraldo è poi a Trapani con una personale di pittura incentrata sul tema delle vele in occasione del Prologo della Louis Vuitton Cup 2005. E’ poi a Brescia alla 13ª Mostra Mercato d’Arte Contemporanea, seguiranno altre partecipazioni fieristiche a Padova, Forlì e Reggio Emilia e Bari. In dicembre viene invitato dall’Amministrazione Comunale di Mesagne (Br). a tenere una mostra personale nelle sale del Castello Normanno Svevo.
 
2006- Si trasferisce a Roma, ed inizia a collaborare con la Galleria Alexander&Victor Fine Art di New Orleans.
Espone alla Galleria Marano di Cosenza e in Marzo il Museo d’Arte Moderna e Contemporanea di Pescara “Vittoria Colonna” ospita in mostra una collezione di 39 opere inedite. E’ poi a Bari alla Galleria “La Meridiana” e in giugno la Galleria “d’ArteCon” di Ascona (Svizzera) tiene una sua mostra personale in occasione del Festival Jazz di Ascona. In febbraio La PROEL S.p.A di Sant’Omero (Te) azienda leader internazionale di suoni e strumentazioni musicali gli commissiona una edizione grafica a tiratura limitata.
In febbraio l’Amministrazione Comunale di Monte San Giusto (Mc) lo invita a tenere nelle sale del Palazzo Bonafede appena ristrutturate, una mostra personale. Viene invitato per un viaggio lavoro a Edimburgo e successivamente a Mosca.
 
2007 - Espone alla Galleria d’arte Imperatori. Per i suoi 30 anni di attività la MediArt in collaborazione con la Galleria d’Arte Verduci, in Catanzaro sua città natale, gli organizzano una mostra personale. Il comitato organizzatore e l’Amministrazione comunale di Ancona Jazz lo invitano a tenere una mostra personale nelle sale della Mole Vanvitelliana, in occasione della XXIX edizione di Ancona Jazz.
Espone in una collettiva al Kursaal di Giulianova estate 2007.
Mediart Contemporanea inaugura la nuova sede di Torino con la personale Impronte Mediterranee che a seguire verrà riproposta nella sede di Pescara.
 
2008 - Il comitato organizzatore e l’Amministrazione comunale di Giulianova lo invitano ad esporre al Museo d’Arte dello Splendore, la personale Da New Orleans a Pechino: passioni a confronto, quaranta opere inedite.
Il Museo d'Arte dello Splendore, museo di arte contemporanea, occupa gran parte dell'ex Convento-Studentato di Giulianova (Te) - Italy, opportunamente restaurato, ed è stato inaugurato il 27 luglio 1997. 
Il Museo è composto da tre piani espositivi: 
Il piano terra è adibito alle mostre temporanee; dalla sua inaugurazione sono stati presentati importanti eventi espositivi come "Aligi Sassu e il Sacro" (27 luglio 1997), "Giorgio Morandi pittore ed incisore" (14 dicembre 1997), "Robert Carrol" (19 aprile 1998), "i Cascella, cinque generazioni di artisti abruzzesi" (4 luglio 1998) e "La Bibbia" di Marc Chagall (13 dicembre 1998). Oltre alle mostre temporanee si svolgono, in un ampio salone, conferenze e concerti. 
Il secondo piano, inaugurato il 14 dicembre 1997, ospita la prima parte della collezione permanente del Museo stesso; suddivisa in otto sale monografiche, comprende un vasto numero di opere di altrettanti artisti italiani e spagnoli, di rilevante importanza nella storia dell'arte del dopoguerra. I dipinti esposti sono di Aligi Sassu, Franco Francese, Giuseppe Banchieri, Armando De Stefano, Alberto Gianquinto, Gaston Orellana, Carlos Mensa e José Ortega. 
Con l'apertura del terzo piano,  il 4 ottobre 1998, è stata completata la collezione permanente con l'esposizione "Nel segno dell'immagine", cento opere di pittura e scultura di ottantacinque artisti italiani e stranieri, curata da Alfredo Paglione. Le opere esposte costituiscono, indubbiamente, una vasta panoramica dell'arte figurativa degli ultimi quarant'anni, in grado di documentare alcune delle tendenze più significative, attraverso diverse tecniche ed espressioni. Fra gli artisti presenti Ugo Attardi, Claudio Bonichi, Ennio Calabria, Arturo Carmassi, Mimmo Germanà, Giancarlo Ossola, Ruggero Savinio, Mario Schifano, Renzo Vespignani e, tra gli scultori, Floriano Bodini, Pietro Cascella, Lopez Garcia, Giuliano Vangi. Una collezione tutta da vedere, che ha arricchito notevolmente il patrimonio artistico e culturale della nostra cittadina.
 

Giulianova turistica. Ammirevole e splendente città di mare, si estende lungo la fascia costiera per circa 5 km e ogni anno risorge tra il Tordino e il Salinello sempre più energica e scintillante per accogliere con ancora più onore e impegno i tantissimi turisti che visitano Giulianova e il suo territorio.

Venirci a trovare è davvero semplice. Giulianova è nel bel mezzo d’Italia, a Nord di un Abruzzo costiero dalle innumerevoli risorse turistiche e ambientali. Giulianova si raggiunge via Autostrada A 14 - uscita Giulianova, oppure in treno con la comoda stazione ferroviaria, o ancora in aereo atterrando nel moderno Aeroporto d’Abruzzo di Pescara, Giulianova è distante appena 50 chilometri.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu